emotions mamy

ADOZIONE: il racconto di una storia d’amore

Oggi nella rubrica di Samanta vogliamo raccontarvi una storia. Samanta vuole farvi un regalo, non materiale però. Vuole regalarvi un momento di speranza, di fiducia, di ottimismo..

La tristezza di non riuscire a coronare un sogno, quello di diventare mamma e mettere su famiglia. Quando i figli non arrivano il dolore è straziante, ci poniamo mille interrogativi, mille perchè.

A questo punto le soluzioni sono due, o accanirsi contro il destino o cercare una soluzione alternativa..

“Tanto tempo fa c’era una coppia molto affiatata che voleva completare la famiglia…ma purtroppo non è sempre possibile.

Dopo aver riflettuto parecchio ha pensato di avvicinarsi al mondo dell’affido, scelta discutibile, Io personalmente non sono d’accordo per una serie di motivi, comunque loro ci credevano fortemente.

Dopo un percorso lungo e faticoso, finalmente è arrivata l’idoneità nazionale ed internazionale.

Loro hanno scelto quella nazionale. La coppia ebbe tante proposte e tante delusioni ma andava avanti con tenacia.

Questa tenacia poco dopo li ha premiati. Una proposta apparentemente allettante ma che nascondeva un mondo dietro. Un affido lungo di due sorelle italiane con qualche problemino, forse una delle due sorelline era sorda perché non parlava.

Ma non c’era tempo, dovevano decidere a scatola chiusa. E loro non ci hanno pensato due volte e hanno deciso di incontrarle.

Le disposizioni erano queste: potevano vederle due volte a settimana per un ora e dovevano fare parecchi chilometri..ma a loro non pesava e iniziarono questa piacevole avventura.

Dopo pochi incontri c’era già una forte intesa anche se il rapporto tra sorelle era morboso, non si staccavano mai una dall’altra. Iniziarono i weekend e le presentazioni ufficiali della famiglia con una grande paura di affezionarsi ad una situazione che barcollava.

Arriva l’estate e hanno la possibilità di trascorrere un mese intero con le bambine in un ambiente controllato. Dopo varie dimostrazioni la coppia risulta idonea al 100% e porta le bambine a casa con non poche difficoltà per iscriverle a scuola e inserirle nei vari percorsi di recupero. Ma loro sono al settimo cielo e stravolgono ancora di più la loro vita prendono una casa più grande.

Lei lascia il lavoro per dedicarsi a loro e le bambine fanno passi da giganti. Ah a proposito la piccola non era ne sorda ne muta…ora non sta zitta un secondo.

Dopo 3 anni l’affido diventa adozione, il sogno realtà e l’amore di queste bambine ha travolto e stravolto tutti.”

Con questa storia vorrei incoraggiare le coppie ad adottare soprattutto in Italia, in Puglia, non fatevi spaventare da qualche problemino che si può risolvere con tanto amore.

Lottate e chiedete aiuto ad associazioni serie. Alle istituzioni dico di seguire queste coppie prima durante e dopo l’adozione e l’affido perché il percorso di una famiglia Non finisce mai.

Abbiate la pazienza di leggere questa storia natalizia perché  narra la magia del Natale….di un regalo ricevuto qualche anno fa da mia sorella e mio cognato ♡volere è potere.

BUON Natale Wonder.

3 thoughts on “ADOZIONE: il racconto di una storia d’amore

  1. È una storia bellissima È vero l’affidamento è un percorso molto difficile da affrontare, da accettare non è così semplice e non è sufficiente avere tanta voglia di dare affetto… conosco anch’io delle persone meravigliose che hanno intrapreso questo lungo percorso e ora sono delle vere famiglie…grazie per aver condiviso questa realtà. È una storia molto commovente che fa tanto bene al cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *