emotions mamy

L’ALIMENTAZIONE CHE METTE IL BUON UMORE

I momenti dedicati ai pasti dobbiamo sempre intenderli come momenti felici e quindi predisporci gioiosamente a compiere queste necessarie e gradevoli pause quotidiane con il giusto atteggiamento mentale.

Per alimentazione corretta intendo, che ci faccia stare bene, un’alimentazione felice.

Quando apparecchiamo la tavola, dobbiamo eliminare anzitutto i pensieri che potrebbero indurci a “distrarci” dal sereno approccio con i sapori e il nutrimento.  

Prima ancora dobbiamo imparare a mettere sulla nostra tavola cibo sano e alimenti che ci aiutino a rinvigorire gli ormoni della felicità, la serotonina e la dopammina (o dopamina).

La nostra dieta mediterranea, ormai tutti sanno, ci aiuta a trovare il giusto equilibrio nutrizionale per essere in salute. Essa prevede l’assunzione di molta frutta e verdura e non mancano i cereali e i legumi e in piccole dosi latte e derivati, pesce e carne nelle proporzioni dettate dalla famosa “piramide”.

alimentazione

Bene, tra questi alimenti ce ne sono alcuni che sono vere e proprie dosi di felicità. Questi preziosi alimenti, quindi non solo nutrono in modo completo il mostro corpo regalandoci salute, longevità e bellezza ma ci aiutano, stimolando gli ormoni della felicità, ad essere di buon umore. Essi portano la nostra mente verso quel sereno che dobbiamo però attivare non dimenticandoci, tutte le volte che è possibile, di stare all’aria aperta e goderci tutte le giornate di sole che l’anno ci regala. E sì, esporci alla luce, completa il processo benefico della vitamina D. Un motivo in più per fare movimento con una bella passeggiata che ogni tanto diventa corsetta.

 

Veniamo adesso al guinness degli alimenti della felicità:

  • tutta la frutta ricca di vitamina C  sale sul podio (arance, limoni e agrumi in generale, kiwi ecc.), così come la frutta ricca di antiossidanti come i mirtilli.
  • Le banane ricche di amido, zuccheri, vitamina B1, B2, C, E, minerali (fosforo, magnesio, sodio, potassio, ferro, zinco) e tannini sono un tonico anti stanchezza  e antistress e quindi non possono mancare nella dieta di una persona felice.
  • Tra le verdure, gli spinaci e tutte le verdure dalle foglie verde intenso e scuro; cavoli e broccoli e tutta la famiglia delle crucifere e la maca peruviana sono da preferire, e non dimentichiamoci della spirulina, alga che possiamo considerare una sorta di verdura marina dal sapore non eccelso, ricca di iodio. Può essere utilizzata, per esempio, in polvere da mescolare alla farina per preparare biscotti, la pasta fatta in casa o gli gnocchi, così da annullarne il sapore a favore degli altri ingredienti a cui viene mescolata. (n.b. Gli alimenti ricci di iodio come la spirulina, devono essere assunti nelle quantità e frequenza, sempre e solo dopo un consulto medico).

Altre vitamine della felicità, sono quelle che appartengono al gruppo B presenti nei legumi, nell’avena, nel riso integrale e in generale in tutti i cereali integrali.

Nella dieta del sorriso deve essere presente il miele. Non facciamo trascorrere la settimana senza averne aggiunto un po’ su una fetta biscottata integrale a colazione o su qualche pezzetto di frutta o formaggio.

Importante è anche mangiare regolarmente i semi particolarmente quelli di girasole, lino, zucca e la frutta in guscio: noci, mandorle, nocciole e frutta secca: fichi e datteri.

E adesso veniamo a parlare dei latticini e del latte di cui ultimamente, particolarmente del latte, si parla in modo negativo.

Lasciando da parte tale discorso, di cui parlerò in un prossimo articolo, i derivati del latte, oltre ad essere ricchi di calcio, sono stati inseriti dagli esperti di nutrizione tra gli alimenti del buonumore.

Particolarmente quelli ricchi di probiotici come lo yogurt, il kefir e lo skyr (questi ultimi, tra l’altro, salvati dalla demonizzazione del latte e degli altri suoi derivati). Accanto ai probiotici, una sana e completa alimentazione non può essere priva di prebiotici, presenti in alimenti vegetali ricchi di fibre come asparagi, legumi, avena, aglio, tarassaco, inulina e frutta secca (particolarmente le noci).

Rimando anche per i probiotici e prebiotici ad un futuro articolo e concludo la lista degli alimenti che contribuiscono a renderci felici con il cacao crudo, le uova, i funghi, e il pesce azzurro e il salmone (questi pesci sono particolarmente ricchi di omega 3) e olio extravergine d’oliva (ricco di omega 6).

Da questo elenco di alimenti, ecco fatto un promemoria per la lista della spesa, per i nostri menu salutari e bilanciati da preparare per noi e i nostri cari in modo pratico e veloce.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *