ECCO FATTO

CAPELLI SPLENDIDI attraverso il cibo

Questo è il quinto e penultimo post dedicato al cibo come cura di bellezza.

Arriva dopo una lunga pausa. Nel primo post ho parlato di quei cibi che ci aiutano ad avere un bel sorriso e denti sani. Nel secondo ho puntato l’attenzione sulla pelle. Nel terzo ho raccolto qualche consiglio utile al benessere e bellezza degli occhi. Nel quarto ho messo in primo piano le unghie.

Adesso tocca ai capelli.

Quando una donna vuol cambiare qualcosa nella propria vita, spesso inizia dai capelli. Essi sono simbolo di femminilità e anche di giovinezza. Sono una sorta di “accessorio-ornamento” del nostro corpo che pretendono cure mirate e sapienti. Possono far la differenza nel bene e nel male, sulla strada del ben apparire e del sentirsi a proprio agio con se stesse e gli altri.

Un uomo non perde fascino se ha pochi capelli o addirittura è completamente calvo.

Ad un uomo è concesso non tingere i capelli se bianchi o brizzolati. Anzi, le regole di stile ed eleganza, dettano per la chioma maschile, ad una certa età, il rispetto della naturalezza dei segni degli “anta”.

Per noi donne è tutto un altro discorso.

Dobbiamo avere sempre massima attenzione nei riguardi dei nostri capelli a qualsiasi età.

Con l’avanzare degli anni, i capelli bianchi si manifestano o aumentano se già presenti. Dopo i  40 anni, la maggior parte delle donne ha una chioma meno folta, rispetto a quella posseduta a vent’anni.

Per avere capelli e cuoio capelluto sani, non bastano un buon parrucchiere e prodotti di qualità per le varie cure estetiche. Occorre avere soprattutto un regime alimentare idoneo, composto da sostanze amiche della salute dei capelli.

Ciò dona migliori risultati rispetto all’utilizzo di integratori che sono costosi e certamente non sono sostitutivi di una sana alimentazione.

Se non ci sono patologie, una sana alimentazione può, da sola,  nel giro di qualche mese, dare ottimi risultati.

Un’alimentazione sbilanciata, molte volte, è causa di forfora, grasso o secchezza, diradamento o prurito e irritazione del cuoio capelluto.  Al contrario, un’equilibrata alimentazione può rendere i capelli sani e belli. Addirittura, possiamo frenarne il processo di invecchiamento.

Per esempio, attraverso l’assunzione di alimenti ricchi di vitamina B5  si può rallentare la compara dei capelli bianchi. Lo yogurt greco naturale e senza zucchero e le noci hanno un’alta presenza di vitamina B5.

La vitamina B5 migliora il flusso sanguigno rinvigorendo il cuoio capelluto, rendendo i capelli sani e luminosi, favorendone la ricrescita.

Le noci, la frutta in guscio e i semi in generale, peperoni, cavolo cinese, funghi, uova sono efficaci anti-calvizie per la ricca presenza di rame.

Responsabile della caduta dei capelli è principalmente la carenza di ferro, a cui noi donne, spesso siamo soggette.

Fermare la caduta è possibile inserendo nel nostro menu gli alimenti che contengono ferro.

Lenticchie, pesce azzurro e salmone ne sono ricchi. Ferro, proteine, zinco, biotina, acido folico, presenti nelle lenticchie, nutrono il cuoio capelluto oltre a frenare la caduta dei capelli.

Lo zinco lo troviamo anche nei frutti di mare che possiamo mangiare assieme ai legumi e ai cereali integrali.

Ricette che prevedono la combinazione di salmone e/o pesce azzurro con i legumi, irrorate con olio evo, mandorle e pistacchi sono molto salutari per i capelli.

Attingeremo così, a fonti di vitamina B12 e D, proteine, silicio, ferro, zinco, Omega 3 e 6, potassio e magnesio.

Grande aiuto per i capelli, soprattutto per combatterne la caduta e favorirne la crescita, ci viene dall’orzo ricco di vitamina E. Combattono la caduta dei capelli anche i cetrioli. In essi, la presenza di zolfo e silicio inibisce la caduta dei capelli e ne accelera la crescita.

Cetrioli e carote, grazie alla presenza di vitamina A, antiossidanti e betacarotene sono utili per ristrutturare e rigenerare i capelli. Carote, frutta e verdura contenente betacarotene (riconoscibile perché di colore arancione-giallo), combattono il prurito e l’irritazione del cuoi capelluto.

L’avocado è un altro ottimo alimento anti-caduta, anche per la presenza di potassio e Omega 3.

Lo si può utilizzare altresì come impacco frullandolo per nutrire e dare lucentezza ai capelli secchi e sfibrati.

Patate, cavolo verza, cavolo cappuccio, zucca e asparagi allungano la lista degli alimenti anti-caduta.

Le cipolle, particolarmente quelle rosse, danno lucentezza ai capelli per la presenza di minerali e betacarotene. Sono regolatrici del sebo sia sui capelli, sia sul cuoio capelluto.

Zuppe di legumi, cereali integrali e formaggi stimolano un’equilibrata produzione di sebo e rendono setosi i capelli.

Gli spinaci come tutte le verdure di colore verde scuro, (broccoli, bietola, cicoria) sono grandi amici dei capelli. Essi contengono, oltre al ferro, vitamina K, vitamine del gruppo B e sali minerali. Insomma sono un vero toccasana per capelli sani e lucidi.

La vitamina C è un antiossidante, che nutre e rinvigorisce i nostri capelli. La troviamo in buone quantità, è risaputo, negli agrumi, e in percentuali diverse nella maggior parte della frutta e verdura. Ma il frutto che pare possieda una notevole quantità di vitamina C è la Guava.

Personalmente non è un frutto che ho assaggiato né visto mai. Spero di trovarlo e poterlo gustare così da poterlo inserire, ogni tanto, nel mio piano alimentare.

Effetto antiossidante ma anche antibatterico e antisettico lo ha la cannella. Altro merito della cannella è quello di migliorare la circolazione sanguigna e quindi facilita l’irrorazione e l’ossigenazione del cuoio capelluto.

La cannella è bene utilizzarla assieme alla frutta fresca ma anche assieme all’avena integrale che combatte i radicali liberi. Pertanto ha un effetto ringiovanente.

La combinazione avena-cannella, dà vita non solo a ricette alimentari ma anche ad impacchi nutrienti.

Gli impacchi con la cannella si possono anche realizzare con farine di grano e di riso. L’acqua di cottura delle verdure (filtrata), unita alla cannella,  si può utilizzarla per l’ultimo risciacquo quando si fa lo scampo.

Per l’ultimo risciacquo si può adoperare anche dell’acqua in cui è stata messa a bollire un’abbondante manciata di prezzemolo.

Il prezzemolo deve essere sempre presente nella nostra alimentazione quotidiana, crudo e cotto. Esso contiene calcio, ferro, fosforo, solfo, potassio e magnesio. Ha potere antiossidante per la pelle e i capelli che rafforza contrastandone la caduta.

I semi di lino sono un famoso ausilio per la bellezza e salute dei capelli. Essi sono fonte di Omega 3 e 6, acidi grassi, vitamine B, C, E, minerali e proteine. Li possiamo utilizzare come alimento e come impacco.

Con i semi di lino possiamo fare, in modo casalingo, anche una salutare bevanda. Basta mettere ammollo una manciata di semi di lino in un bicchiere colmo d’acqua, la sera, prima di andare a dormire.

Al mattino, basterà togliere i semi e bere l’acqua a digiuno, aggiungendo un po’ di succo di limone.

Sono ancora tante le sostanze e gli alimenti che rendono sani e belli i nostri capelli.

Mi fermo, perché il senso delle indicazioni e informazioni di questo post è di invitare ad approfondire le conoscenze sull’alimentazione.

Essere consapevoli e dotti su cosa scegliamo di mettere nel nostro piatto è fondamentale per la nostra salute.

Nutrirsi è un atto importante per mantenere o ritrovare la salute, apparire più belli e in forma.

Mangiare in modo giusto fa bene anche alla nostra mente e non solo al nostro corpo.

Un buon equilibrio psicofisico, si ottiene anche grazie ad una sana alimentazione.

Lo vedremo nel prossimo post che conclude questo primo ciclo di post dedicati al cibo e alla bellezza

7 thoughts on “CAPELLI SPLENDIDI attraverso il cibo

  1. Molto carino questo articolo!! Non ero a conoscenza di tutte queste informazioni e del legame cibo-capelli!! Sicuramente comincerò a mettere in pratica i tuoi consigli !!!! <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.