Lifestyle

COME RISPARMIARE IN CASA – Consigli di una che ci sta provando

La questione soldi/risparmio è uno degli argomenti che mi interessano maggiormente. Allora ho deciso di mettere nero su bianco quello che faccio io, e ho deciso di parlarvi di come risparmiare in casa.

 

Come faccio a risparmiare? Quali accorgimenti adottare? Si può davvero fare economia in casa?

 

Me lo sono chiesta tante volte anche io, e queste domande me le sono fatte sempre più insistentemente negli ultimi mesi. Quando non avevo neanche il tempo di prendere lo stipendio che già dopo de giorni era completamente andato.

Quello che leggerai qui probabilmente lo avrai già sentito altrove, perché io non ho inventato l’acqua calda, ho solo fatto carico della mia esperienza e v la propongo. Quindi non vi sto vendendo aria fritta, ma sono azioni che io in primis sto attuando.

Non vi prometto che risparmierete € 3000,00 all’anno, ma un netto risparmio sulle vostre finanze lo percepirete. Scopriamo insieme i passaggi chiavi su come risparmiare in casa.

 

  • DIVIDI LO STIPENDIO.  La prima cosa da fare quando hai avuto lo stipendio del mese è quello di togliere già tutte le spese fisse che sai di dover affrontare. Tipo il fitto/mutuo, la retta dell’asilo, la bolletta “x”, la rata del condominio. Quello che ti avanza adesso lo dividi in 4. Ciascuna porzione sarà la somma che tu avrai a disposizione per la gestione economica. L’importo diviso 4 è l’importo che potrai spendere a settimana. Da li dovrai regolarti nelle spese. Se spendi più di quanto hai a disposizione quella settimana vuol dire palesemente che non riuscirai ad arrivare a fine mese. Allora devi iniziare a capire qual è quella spesa che non ti fa raggiungere l’obiettivo.

 

  • RIVEDI I CONTRATTI DELLE UTENZE. È risaputo che la fascia oraria più conveniente è quella che va dalle 19 alle 7 del mattino dopo. In questa fascia oraria conviene far andare gli elettrodomestici. Ma è sempre così? No, non è detto. Io per esempio mi sono resa conto che nonostante facessi andare tutti gli elettrodomestici di sera la ma bolletta non era affatto bassa. Perché? Semplice, perché in casa ho degli elettrodomestici che probabilmente non sono di classe A++ e che quindi nelle ore diurne hanno il loro bel consumo. Inoltre, hai cambiato tutte le lampadine di casa scegliendo quelle a risparmio energetico? Allora ho scelto la soluzione che più si adattava alla mia famiglia. Ho fatto un nuovo contratto scegliendo la fascia mono-oraria approfittando di una offerta a me vantaggiosa. Studiando un po le bollette ho capito qual’era il problema di casa mia e ho trovato una soluzione adatta a me. Leggi le tue bollette, capirai anche tu in cosa potrai migliorare.

 

  • SPESA DI GRUPPO. Cosa si intende per spesa di gruppo? È risaputo che chi ha maggiore potere d’acquisto riesce ad avere un prodotto ad in prezzo più basso. La stessa cosa si può attuare anche per i privati. Facciamo un esempio. Sulla tua palazzina o vicinato ha delle amiche, le stesse hanno altre amiche o parenti. Insieme vi rivolgete da un agricoltore o ortofrutta e comprate anziché un kg di mele ne comprate 10 kg di mele. Il negoziante vista la grande richiesta vi effettuerà uno sconto. La spesa fatta poi verrà divisa per le dieci famiglie per esempio. Questo è un ottimo modo per risparmiare e per avere anche delle provviste per più settimane.

 

come risparmiare in casa

 

  • CONSULENZA TELEFONICA. In casa ci sono minimo tre telefoni. Se poi i vostri figli sono degli adolescenti hanno un telefono ciascuno, e quinti 4 telefoni in casa. Con una prepagata al mese di minimo € 10,00. Quindi €40,00 al mese se ne vanno solo per i cellulari senza contare il canone del telefono fisso e l’abbonamento ad internet. Allora io ti consiglio di rivolgerti ad un broker telefonico, uno di quei consulenti che gestiscono e conoscono tutte le compagnie telefoniche che ci sono. Lui vedrà il tuo reale consumo telefonico, e insieme sceglierete il piano tariffario più adatto alla vostra famiglia. Credetemi sembra un sciocchezza ma davvero potete risparmiare al mese anche il 10%. In azienda dopo una consulenza di un broker abbiamo avuto un risparmio di € 100,00 ogni bimestre.

 

  • PORTATI LA COLAZIONE DA CASA. Tu mi dirai che almeno un caffè al giorno fuori casa non è un reato e te lo concedi. orse si, ma forse no. Un caffè al giorno, tutti i giorni fanno € 30,00 al mese. Non vuoi rinunciare al bar? Allora dimezza i giorni, così dimezzerai il costo. Se in ufficio ti porti un piccolo thermos di caffè con una brioche confezionata anziché spendere €7,00 alla settimana spenderai solo pochi euro per l’acquisto della confezione delle merendine. Rinunciando ad un caffè oggi, un caffè domani nella tasca ti ritroverai molti soldi in più. Lo stesso vale anche per le mamme che si lamentano di non arrivare a fine mese e poi sono le prime che si ritrovano al bar la mattina con le amiche fuori dalle scuole.

 

  • SCRIVI IL MENU’ SETTIMANALE. Io lavorando tutto il giorno, se non mi organizzo, succede che dopo l’ufficio devo trovare un rimedio veloce. Allora capita che ti fermi nel primo minimarket disponibile e compri quello che vedi, facile da preparare, che ci impieghi solo 5 minuti nel cucinare. Finisce che ne esci con un condor blu o della salsiccia e via a casa e hai speso 20 € e neanche tu sai come hai fatto. Se invece fai un menù settimanale, innanzitutto quando vai a far la spesa sai già cosa comprare senza brancolare nel buio. Non vieni tentata da comprare perchè devi rimanere nel tuo budget settimanale così come spiegato nel primo punto. Sapendo già i programmi della settimana puoi cucinare in anticipo i tuoi piatti senza rischiare di far mangiare ogni giorno cotoletta.

 

  •  NON COMPRARE L’ACQUA. Non serve. Non che tu non debba bere, ma puoi trovare un gran risparmio se anziché compare confezioni e confezioni di acqua tu la riempissi dalle fontane. Oppure che ti piaccia leggermente frizzante o liscia in ogni città adesso ci sono dei distillatori di acqua che con pochi centesimi di euro puoi avere il tuo litro d’acqua. Esempio pratico: una confezione di acqua costa circa € 1,50. 6 bottiglie di acqua da un litro riempite da questi distributori ti costano 0,30 centesimi. Hai risparmiato € 1,20, ti sembra poco?

 

  • IMPARA AD AUTOPRODURRE. Una delle spese che incide di più sul budget famigliare è quella dei detersivi. Siamo abituati a comprare un prodotto per ogni cosa. Questo per i vetri, questo per le superfici in marmo, questo per la ceramica, questo per l’acciaio. Ma quanto spendiamo? Possiamo evitare tutto questo creando da noi dei semplici ma efficaci sgrassatori utilizzando aceto – bicarbonato – limone – detersivo per i piatti. Mischiando ad alternanza questi ingredienti avremo tutti gli sgrassatori che ci servono. Naturali e con un notevole risparmio economico.

 

  • SURROGA O RINEGOZIAZIONE MUTUO. Ha mai letto le carte che ti arrivano dalla banca? Sai davvero a quale tasso stai pagando il tuo mutuo? Sai che puoi rivedere il contratto abbassando il tasso di interesse? Leggi le carte relative al tuo mutuo, guarda il tasso applicato, e poi rivolgiti presso la tua Banca per valutare se è possibile rinegoziare il mutuo. Questo significa rimanere sempre presso la stessa banca, ma con un tasso inferiore. E della pratica stessa tu non dovrai occupartene, faranno tutto loro. L’alternativa è quella di chiedere un preventivo presso le altre Banche, la surroga, con tempi più lunghi, con un maggior impegno da parte tua perchè ci saranno da produrre diversi documenti. In entrami i casi avrai una riduzione del tasso di interesse e quindi una rata più bassa da pagare mensilmente.

 

  • CONGELA. Hai cucinato troppo, ti è avanzato un po di cibo? Non buttarlo anche se poco, congelalo. Ti sarò utile nelle sere senza alternativa avrai una cena già pronta, al massimo dovrai solo aggiungere un contorno.

 

  • FAI ACQUISTI NEL TUO ARMADIO. Non ho niente da mettermi, non mi va nulla. Quante volte hai pronunciato queste frasi? Questo mese hai un budget ridotto e non puoi fare shopping? Hai già guardato nel tuo armadio? No, non lo hai fatto nel modo giusto. Prova a creare in anticipo degli outfit con i tuoi vestiti, e riponili nel tuo armadio già accoppiati. I pantaloni con la camicia e la mantella. I leggins con il maxipull. Il jeans con la magliettine e il cardigan. Sono degli esempi per farti capire che una volta fatti già gli outfit non potrai dire di non aver nulla da metterti. Così sarai meno invogliata a comprare qualcosa di nuovo perchè hai sistemato il tuo armadio.

 

Adesso provaci tu.

 

 

 

POST PARLATO: COME RISPARMIARE IN CASA

19 thoughts on “COME RISPARMIARE IN CASA – Consigli di una che ci sta provando

  1. Giusi sei una manager eccezionale! Qui da me è mio marito che si occupa della gestione economica perché se dipendesse da me fjniremmo ogni mese in rosso! Ti ammiro per ciò che riesci a fare…complimenti davvero… Da questo punto di vista io sono un vero disastro purtroppo, sigh!

    1. Sai che vorrei tanto che mio marito si occupasse della gestione economica? Perché il mio non si rende effettivamente conto di quanto denaro si spende al mese!! Bravo il marito

  2. Ottimo video Giusy…prenderò sicuramente spunto…ma come la metti con la questione giocattoli ad esempio? Questo é un extra lo so e volevo sapere come gestisci tu questo extra con i tuoi figli…capita che compri un giocattolo a loro durante il mese o sei più tosta e non cedi? Un bacione grande

    1. No Daniela ai bambini purtroppo sempre no non si può dire. Però senza approfittare, un giocattolo al mese. Poi vanno dai nonni a piangere e loro li comprano ????????????

  3. Ottimi ottimi consigli! Alcuni già li seguo da tempo, un pochino per educazione familiare e un pochino perché nel tempo mi sono resa conto che andava fatto qualcosa. 😉
    Ti auguro una serena giornata.
    Valentina

    1. Ti dico la verità’, non benissimo, perché il mio problema sono le macchie, che finalmente ho imparato ad eliminare. La cosa che devi fare quando un capo si macchia e’ mettere subito uno sgrassatore o una un po’ di detersivo per piatti e lasciarlo in ammollo in acqua. Vedrai che dopo a lavare via la macchia sarà un gioco, anche con i detersivi fatti in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *