Lifestyle

DI RITORNO DALLA MIA NON VACANZA

Questo post avrei dovuto scriverlo ieri ma a casa con le pesti è impossibile, avrei potuto provarci ieri sera dopo cena ma sono stramazzata sul divano tanto che è venuto mio marito a svegliarmi! Va bè, lasciamo stare.
Allora lo scrivo adesso che sono in ufficio, si perchè le mie vacanze sono finite e io quando lavoro trovo anche modo per dedicarmi al mio blog.
Due settimane volate ma bellissime. Volete sapere cosa abbiamo fatto o dove siamo andati?
NON ABBIAMO FATTO NULLA E NON SIAMO ANDATI DA NESSUNA PARTE!!
Non abbiamo fatto nessuno viaggetto, nessun mare lontano, nessuna meta caraibica o simile.
Sola io a casa con i miei figli. Finalmente dopo tanti giorni di lavoro ho fatto quello che volevo fare: LA MAMMA E LA MOGLIE.
Stanca dopo un anno a correre avanti e indietro con la macchina a raccogliere figli seminati alle nonne, sono rimasta a casa a prendermi io ogni loro capriccio, ogni loro pianto, ogni loro lamento, ogni loro grida (eh si, quanto hanno gridato!), ma hanno anche tanto riso e io mi sono goduta questi momenti. Complice il fatto che quest’anno aimè per lui mio marito non ha avuto le ferie abbiamo pranzato e cenato sempre a casa, mi sono dedicata finalmente alla cucina (una mia passione nascosta), ho guardato tanti video delle mie youtubers preferite, ho giocato a palla con i bambini (non vi dico i dolori nelle gambe!) e ho fatto le tanto temute pulizie.
I week-and ci siamo riposati uscendo da qualche parte per pranzo o cena, un giretto nel paesino vicino dove c’è il mare. Volevo tanto provare a fare “la casalinga” e devo dire che non mi è dispiaciuto affatto.
Tra qualche giorno inizierà di nuovo l’asilo e così si riprenderà la routine di sempre. Il lavoro nobilita l’uomo, ti aiuta a staccare dalla monotonia famigliare, incontri sempre della gente, ti tiene impegnata, ti aiuta economicamente ma ti toglie anche tanto, e quel tanto che mi è stato tolto io l’ho ripreso in questi 15 giorni. Ho imparato che il tempo, il presente deve essere vissuto sempre e a pieno, nessuno te li restituisce più purtroppo. E io questo l’ho imparato sulla mia pelle.

                           
                            
                            

7 thoughts on “DI RITORNO DALLA MIA NON VACANZA

  1. lavorando da casa vivo una routine diversa, che a volte mi soffoca…quasi sempre io e la mia bimba, il computer, i suoi capricci quando son troppo impegnata, le poche pulizie perchè mi piace dedicarmi a altro (però pulire casa è necessario, ahimè!)…ma soprattutto io e lei, 24 su 24, io e lei con i nostri nervosismi, le nostre stanchezze, le nostre richieste e i nostri desideri, io e lei che a volte scoppiamo insieme, altre volte siamo una cosa sola. Uffa, ci vorrebbe solo più equilibrio o semplicemente godere del tempo presente presente e viverlo al meglio, come dici tu 🙂

  2. Ciao Gabriella, sai che invece io quasi invidio la tua situazione? Vorrei tanto lavorare da casa anch'io, però è pure vero che si “svalvola” sempre a stare in casa con i bambini, il lavoro a volte ti aiuta in questo, a staccare un attimo la spina, ad estraniarti un attimo dai problemi delle 4 mura. Trovare un equilibrio sarebbe davvero l'ideale…se lo trovi fammi un fischio!! XD

  3. certo, ti avviserò! lavorare da casa è una buona cosa (soprattutto con marta che si ammala molto spesso), solo che bisogna imparare a darsi orari precisi per non finire a star seduti da mattina a notte davanti al monitor. E' che le distrazioni son tante, soprattutto se c'è “gente in giro per casa”.

  4. Concordo pienamente con te! Prima della seconda maternità ogni giorno cercavo di vivere un momento speciale con Polpetta, ora che sono a casa in maternità me la godo coi miei bimbi, sebbene un pupo di.due mesi e uno di tre anni mi facciano arrivare a sera devastata : non c'è più il fisico! !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *