Lifestyle

LA MIA SPESA

Questo è un tema a me caro poichè sono in continua ricerca modi per poter risparmiare.

Quando ho iniziato a gestire il denaro di casa appena sposata mi sono trovata un po in difficoltà perchè lo ammetto io non ero mai andata a far la spesa prima.
O meglio, andavo si al supermercato con la lista della spesa che mi dava la mamma ma mettevo nel carrello senza pensare al costo, alla qualità-prezzo, sceglievo sempre e solo per esempio merende sponsorizzate in tv, insomma poichè il denaro non era il mio non mi povevo il prioblema più di tanto.
foto presa dal web

Da quando ho messo su famiglia le cose sono decisamente cambiate. Ho portato io la gestione della parte burocratica in casa da sempre, solo che facevo fuori il mio stipendio più prelevavo dal conto in comune per arrivare a fine mese. Cosa che non è andata a genio a mio marito, accusandomi di spendere tanto e non permettendomi di attingere dal conto perchè quelli sono i nostri risparmi.

Mi sono tovata quindi a dover un attimo fare il punto della situazione, e cercare una soluzione per far quadrare i conti.
Sono sempre curiosa di sapere poi nelle altre case scosa succede, come si gestisce questo aspetto, che soluzione adottano gli altri. 
Facciamo il mio esempio, mi faccio i conti in tasca.
Stipendio    € 750,00 (faccio due lavori part-time per portare a casa uno stipendio diciamo decente)
Spese fisse: € 150,00 asilo Antonio
                    €   60,00 condominio
                    €   30,00 circa bollette enel (consumo mensile)
                    €   25,00 bolletino finanziamento
                    €   20,00 ricarche telefoniche (2 cellulari)
                    €   30,00 circa bolletta gas (consumo mensile)
                    €  130,00 circa gasolio mensile con due macchine
                    €  445,00  Totale spese fisse mensili
                    
Entrate – Uscite = € 305,00
Questo è più o meno quello che mi rimane a disposizione nel mese per poter fare la spesa e in questa cifra rientrano anche pannolini, salviettine, acquisto detergenti, varie ed eventuali.
Tutto questo se siamo fortunati, se non si verifica nessun guasto in casa o alla macchina, se non arrivano pagamenti extra, se non siamo malaticci e non dobbiamo andare in farmacia altrimenti il badget scende ancora di più.
Ho provato a stilare un menù settimanale e a far la spesa in base a quello che avevo pensato di cucinare, però non mi ci sono trovata benissimo perchè puntualmente mio marito apriva il frigorifero e mangiava qualcosa che mi sarebbe servito nei giorni successivi, oppure nel menù c’era un piatto che richiedeva almeno mezz’ora di preparazine ed io lavorando non riuscivo a realizzarlo.
Allora ho adottato il sistema inverso.
Vado al supermercato e senza avere in mente un menù incomincio ad acquistare un po di carne, frutta e verdura, pannolini, 2 lt di latte, merendine..insomma cerco di prendere un quantitativo maggiore per far fronte alla settimana o quasi, e devo dire che così mi trovo molto meglio.
Ho deciso di bandire supermercati tipo Despar e Dok perchè uscivo con veramente quattro cavolate e mi ritrovavo a pagare un botto, quando invece al discount con lo stesso budget ieri ho fatto una spesa che penso riuscirò a far mangiare la mia famiglia fino a sabato.
Non compro cose scadenti, solo di marca diversa, oppure sullo stesso articolo trovo anche 0,50 centesimi di differenza, che sommato per ogni bene acquistato a fine spesa c’è un risparmio evidente.
Se può interessarvi alla prossima spesa facciamo un video di cosa ho acquistato e del relativo menù settimanale che ne esce fuori.
Mi piacerebbe avere un confronto con voi, come vi gestite con le spese in famiglia, chi porta la gestione in casa, come vi organizzae per la spesa?
Chiacchieriamo un pò…

5 thoughts on “LA MIA SPESA

    1. beh vero, ti rimane pochissimo e le cose da comprare sono ancora tante, ma l’aspetto positivo è che con il tuo stipendio ti sei già pagata tante spese, poi c’è quello di tuo marito con cui respirate un po…comunque complimenti, non è da tutti fare due lavori con casa, marito e figli piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *