emotions mamy

ORGANIZZAZIONE DEI PASTI: Incominciamo dalle colazioni, spuntini e merende

L’organizzazione e la programmazione sono gli elementi chiave per riuscire ad essere efficienti in ogni ambito. Quindi anche per riuscire a preparare, ogni giorno, 7 giorni su 7, colazioni, pranzi, cene, merende e spuntini per tutta la famiglia.

Il tutto senza stress, in modo veloce, nel rispetto dei gusti e delle esigenze nutrizionali di tutti. Senza monotonia di ingredienti e ricette, seguendo le regole della sana alimentazione.

Come si fa a fare tutto ciò? Facile, con l’organizzazione dei pasti.

Occorre programmare per tempo e organizzarsi per riuscire gradualmente a far diventare routine snella, divertente e veloce la preparazione dei pasti. Coinvolgendo marito, figli ed eventualmente anche nonni. Nel collaborare nel “gioco” della scelta degli alimenti e delle pietanze che piacciono, ma anche di quelle che non piacciono per provare a immetterle comunque nell’alimentazione. Se questi sono alimenti salutari in ricette che esaltano le loro proprietà benefiche.

 

Per iniziare a servire pasti allegri, salutari e belli, consiglio di iniziare dalle colazioni, merende e spuntini.

 

organizzazione dei pasti

organizzazione dei pasti

 

Scegliete un giorno a settimana per preparare una tabella in cui tutti insieme sceglierete e deciderete cosa si desidera gustare. Raccolte le desiderate, rivedete e correggete in caso di richieste poco sane, riportando poi il tutto in maniera definitiva come in questo esempio

 

Cliccando qui (tabella word), troverete un file, modificabile ed editabile, da compilare secondo le esigenze della vostra famiglia. Unendo o dividendo ulteriormente le celle potrete creare il menu per il numero di persone che a voi interessa (qui ad esempio, potete scaricare la tabella per una persona).

Una volta stabilito il menù, siete pronti per fare la spesa. Ma solo dopo aver dato un’occhiata alla vostra dispensa, pertanto vi sarà utile uno schema Tipo questo.  Troverete un file, da compilare secondo le esigenze della vostra famiglia.

Con questo sistema potrete anche decidere, quando avrete un po’ di tempo in più a disposizione, di preparare qualcosa di più elaborato. Anche per questo è utile prenderne nota nella vostra tabella, (si veda esempio nel modello che vi propongo).

Questi schemi organizzativi, devono essere intesi come semplici linee guida da seguire con la dovuta elasticità in base alle situazioni e variabili che nel quotidiano si determinano.

Dedicarsi assieme ai propri cari alla stesura di queste tabelle per i menù. Ed è anche un modo per creare momenti di dialogo e comunicazione in famiglia.

Attraverso questi schemi è possibile dare anche delle “regole” ai figli su cosa e come consumare i pasti. Non solo dal punto di vista nutrizionale ma anche di galateo.

Il momento stesso dei pasti è anche momento ideale per dialogare e confrontarsi serenamente in famiglia. Ovviamente evitate tutte le discussioni “difficili” che potrebbero alterare l’emotività e quindi dare al pasto una valenza negativa. E mi raccomando: niente cellulari e possibilmente anche con il TV spento.

da Tiziana Ecco Fatto -la rubrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *