una casAnormale

PLANNING PULIZIE – crearsi una routine per un ordine più semplice

Solo a me capitava di passare la domenica in casa a pulire, cucinare e sistemare?

 

 

Molte volte mi ritrovavo a litigare con la mia compagna perchè lei voleva uscire a fare una gita fuori porta o magari andare a pranzo dai suoi o dai miei e la mia risposta era sempre: NO DEVO PULIRE!

 

Forse un po’ troppo fissata per la casa (non nego di non esserlo) rinunciavo alla mia domenica. Rinunciavo all’unico giorno di svago perchè volevo stare a casa a pulire, lavare stirare e fare tutto cio che durante la settimana avevo trascurato.

 

Questa cosa cosa ha creato inevitabilmente scompensi alla mia famiglia, alchè mi sono detta: ok Erika, qui c è qualcosa che non va, trova una soluzione. Soluzione che ovviamente andasse bene per me e per Milena, quindi io non volevo rinunciare alla cura della mia casa e lei non voleva rinunciare alle domeniche insieme.

Ed è così che ho pensato di crearmi il planning pulizie. Ho iniziato a dividermi la casa in ‘zone’ o stanze. Ed ho finalmente trovato la giusta soluzione per casa mia, facendo in modo da avere non solo la domenica libera ma anche il sabato. Ecco come mi sono organizzata:

 

 

LUNEDI: bagno e antibagno

MARTEDI: camera da letto e corridoio

MERCOLEDI: cucina e sala da pranzo

GIOVEDI: soppalco e balcone

VENERDI: scale interne (adiacenti all’ingresso) e porticato.

 

 

Una stanza a settimana a rotazione fatta a fondo, compresa di vetri. Dovete sapere che lavare i vetri è un lavoro che mi pesa, allora ho deciso di fare un vetro al giorno in base alla stanza. Ma nel caso non avessi voglia e ho tempo a sufficienza (come a volte è capitato) li posticipo al sabato. Quindi di solito:

SABATO: vetri

 

Dividendomi la casa a zone ho davvero rivoluzionato la mia settimana. Innanzitutto non mi ritrovo a passare la domenica in casa ma ho la giornata libera.

 

Ma sopratutto non mi ritrovo la domenica a spaccarmi la schiena e a distruggermi per fare tutto.

 

Dividendomi la casa in stanze mi stanco decisamente meno,ovviamente pero’ mi sono imposta di attenermi al mio planning pulizie. Perchè inevitabilmente se oggi rimando e domani pure mi si accumula tutto.

 

Non nego che non mi sia capitato, ci sono dei giorni che dopo il lavoro esco, oppure arrivo a casa e sono stanca. Salto la pulizia ma il giorno dopo so già che avrò la pulizia di due stanze piuttosto che una.

 

Ognuna di noi deve creasi il suo Planning pulize in base alle sue esigenze, i suoi orari i suoi ritmi. Con una scaletta da seguire sarete invogliate a rispettare quanto scritto. Perché poi il risultato vi gratificherà.

 

La mia routine giornaliera di riordino dura all ‘incira 30 min. Che aggiunti ad altri 30 min per la pulizia a fondo della stanza arriva ad un totale di 1h.

 

1h e mezza, indicativamente è questo il tempo che io dedico giornalmente alla pulizia della mia casa.

 

Ovvio come sapete non ho figli quindi sicuramente cio’ influisce molto. Ma io credo che indipendentemente dal disordine, (quello ovviamente è un altro aspetto e potremmo parlarne piu avanti), se dedichiamo un giorno a stanza a rotazione

La nostra casa sarà più pulita.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *