emotions mamy, Lifestyle

PER RISPARMIARE SMACCHIATORE Fai-da-te

In un articolo precedente di Erika abbiamo parlato di come risparmiare aiutandosi con l’auto-produzione in casa. In particolare abbiamo visto come da dei semplici ingredienti possiamo creare dei detergenti per la pulizia delle nostre case.

Mi sono cimentata anch’io allora a provare un metodo che mi aiutasse a smacchiare i capi dei bambini.

Chi è mamma mi capirà. Come minimo ci sono 3 cambi al giorno perché si sporcano continuamente, soprattutto nel periodo estivo quando giocano fuori all’aria aperta.

Io e la macchie abbiamo un pessimo rapporto, non riesco a smacchiare nulla, mi rimangono sempre gli aloni nonostante usavo prodotti specifici comprati nei supermercati.

Finché un giorno guardando una nota pubblicità di smacchiatore in polvere ho avuto un’idea, e l’ho provata.

Il primo esperimento non è andato come speravo, perchè ho messo subito il capo il lavatrice. Il secondo esperimento invece mi ha soddisfatta di più, e oggi ve ne parlo.

Come eliminare le macchie dai capi e risparmiare sull’acquisto degli smacchiatori? 

Le uniche cose che vi occorreranno sono:

  • Bicarbonato
  • Detersivo per piatti
  • Vecchio spazzolino da denti

 

Questo è un esempio di pantaloni macchiati, dopo diversi lavaggi è rimasto ancora l’alone.

risparmiare - smacchiare

 

  • Questi sono i semplici ingredienti di ci vi parlavo e che vi serviranno per produrre il vostro smacchiatore.

risparmiare - smacchiare

 

  • Versate sulla zona interessata un po di detersivo per piatti

risparmiare - smacchiare

 

  • Poi versateci su il bicarbonato

risparmiare - smacchiare

 

  • Adesso con l’aiuto del vecchio spazzolino da denti emulsionate i due ingredienti in modo da formare una “pappetta”. Nel frattempo lavorate dove c’è la macchia.

risparmiare - smacchiare

 

  • Una volta fatto ciò mettete il capo in ammollo per qualche ora. (Io di solito lo lascio una notte intera, ma non ha alcuna valenza scientifica questo ^__^)

 

risparmiare - smacchiare

 

  • Dopo dovete proseguire normalmente con il lavaggio del capo come fate abitualmente.
  • Queste invece sono le foto del risultato finale dopo aver lavato, steso e rientrato il pantalone della mia piccola peste.

Adesso l’alone non c’è più finalmente. Per chi se lo stesse chiedendo ho anche provato a smacchiare capi scuri in questo modo e non c’è stato nessun problema, il capo non si è scolorito in nessun modo.

 

risparmiare - smacchiare

 

risparmiare - smacchiare

4 thoughts on “PER RISPARMIARE SMACCHIATORE Fai-da-te

  1. avevo già sentito parlare del detersivo per i piatti, ma da solo non mi aveva soddisfatto, spesso le macchie piccole sulle magliette stropicciate che provengono dal cesto della biancheria si fa fatica a vederle….piuttosto dopo aver già lavato e stirato la maglietta, mi ritrovavo con le macchiette di unto e usavo un altro metodo molto valido della mia mamma che consisteva nel bagnare la macchia con un po’ d’acqua e cospargerla di borotalco, lasciare agire per qualche ora e poi spazzolare via il borotalco….l’inconveniente è che spesso avevo magliette in giro per la casa con mucchietti di borotalco … uffa… ora non vedo l’ora di provare questo tuo metodo che credo sia molto efficace … grazie per i vostri meravigliosi consigli che spesso metto in pratica e consiglio anche ad altri, naturalmente svelando la fonte, :-))

    1. Io di solito il borotalco lo metto quando mi sporco di olio, perché la mia mamma mi diceva che l’olio assorbe. Però ho provato a pretrattate con questo metodo e la macchia è andata via. Tu fammi sapere come ti trovi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *