Lifestyle

MA, IO MI VOGLIO BENE??

imm

Posso godere ancora per poco dei miei 30 anni, tra due giorni le candeline che che spegnerò saranno 31 e di certo non ha lo stesso suono. No, non dico che son vecchia – per carità – ma non mi sento neanche poi così giovane. Questa dovrebbe essere la fase del passaggio da

donna a donna matura.

Questi dieci anni che mi attendono dovrebbero essere gli anni del bilancio, in cui dovrò guardarmi indietro anno per anno e giudicare il mio operato, come mamma, come moglie, come donna.

E oggi, a -2 dal mio compleanno mi sento di domandarmi, MA IO MI VOGLIO BENE?”  E mi sento anche di rispondere: “CREDO PROPRIO DI NO”.

Perchè? Ora te lo spiego:

  • No perché metto al primo posto sempre gli altri e non me stessa;
  • No perché trattengo il più delle volte i miei pensieri, gli altri lo chiamano “aver poco carattere”, io lo chiamo “avere educazione”;
  • No perché mi muovo sempre come una palla da ping-pong e non ascolto il mio corpo quando mi chiede di fermarmi;
  • No perché rinuncio a quel rossetto tanto carino per pagare la bolletta del gas (e io questo lo chiamo non rischiare di rimanere al buio a casa!);
  • No perché mi sento addosso il peso di tutto e non riesco a delegare;
  • No perché non mi prendo mai mezz’ora per me e il tempo che dedicavo alla cura del mio corpo e della persona quando non ero ammogliata è solo un lontano e sfuocato ricordo.

Negli anni che verranno i bambini cresceranno e forse non avrò più scuse, ma credo anche che le persone difficilmente cambino, e se adesso metto gli altri prima di me credo che lo farò anche tra qualche anno, se adesso ho difficoltà a dire quello che penso alla persona che ho difronte avrò lo stesso problema anche dopo perché non voglio offenderla, se adesso rinuncio a comprare per me anche dopo sarà uguale. Chi nasce tondo non può morire quadrato, si dice così vero? E allora io sarò un tondo che cercherà di incastrasi nel quadrato, tiè.

2 thoughts on “MA, IO MI VOGLIO BENE??

  1. Cara Giusy , io mi sento uguale uguale a come ti senti tu e ti dirò di più mi sento ancora peggio da quando per accudire e crescere il mio secondo figlio hanno ritenuto opportuno che io rimanessi a casa per sempre! Capirai a 39 anni, sposata con due figli per di più in una realtà lavorativa pessima presente a Napoli chi vuoi che me se piglia! Lasciando stare il lavoro….anch’io trascuro o abbandono i miei interessi mettendo in primo piano la mia famiglia, ogni cosa che penso o faccio è in relazione alle esigenze delle famiglia. Sai da quando non compro un rossetto o gloss?(utilizzavo solo gloss in gioventù 🙂 ) sono 6 anni, che vergogna! Io trovo tu sia una donna da prendere come esempio, sei una super DONNA oltre ad essere una bella donna, tanto di cappello a te…..tanti auguri per il tuo 31 compleanno!

    1. Ciao Valeria, la natura di noi mamme è questa, io ho avuto l’esempio di mia madre che rinunciava al suo per dare a noi, e come si dice una mela non cade mai troppo distante dall’albero. Tu sei una grande mamma perché forse hai dovuto accettare quella sconfitta lavorativa in silenzio senza poter far nulla. Forza, pensiamo che tutto quello che facciamo lo facciamo per loro ????????????????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.